Primpied by Helena Antonelli

 

Da Paddington 2 al glamour di oggi

 

Questa settimana a dettare stile su Primpy è Paddington 2 che ci riporta alle lezioni di stile di Christopher Bailey.

Care girls, questa settimana su Primpy parliamo del sequel del film live-action Paddington 2, in uscita nelle sale cinematografiche il 9 novembre. Montgomery blu e cappello rosso da esploratore questo è l’outfit di Paddington, l’inconfondibile orsetto londinese (di adozione), vera e propria icona nazionale.

Prende il nome da una famosa stazione ferroviaria londinese, Paddington appunto, il film campione d’incassi in Inghilterra candidato a due premi BAFTA e che torna al cinema in una nuova avventura diretta da Paul King.

Era il 1956 quando il suo creatore Michael Bond vide su uno scaffale di un negozio della capitale inglese non lontano da Paddington Station, un solitario orsetto di pezza. Solo due anni dopo scrisse la sua prima avventura.

Simpatia, ingenuità e coraggio contraddistinguono Paddington, l’orsetto divertente quanto stiloso. Il suo look infatti, montgomery spesso sostituito da un trench + stivale + cappello, è un sempreverde. Dal 1914 ad oggi il cappotto di lana grezza chiuso di alamari o trench va oltre la moda. Inizialmente indossati dagli uomini della marina inglese, il “Monty coat” così chiamato ai tempi, prese il nome dal generale Bernard Law Montgomery che amava la versione color cammello.

Militare, school-girl o grunge… il montgomery/trench è sempre rimasto fedele al suo stile.

Chi di voi non ha un montgomery o un trench nell’armadio? Aprite gli armadi, se nel vostro guardaroba non c’è traccia di alamari o dell’iconico trench color cammello, allora è tempo di fare shopping.

Questi due capi, spesso definiti classici, risultano apparentemente difficili da indossare. Riproposti anno dopo anno sulle passerelle dei Big, brand leggenda è senza dubbio Burberry, la maison londinese che dopo 17 lunghi anni si prepara a dire addio (marzo 2018) al suo presidente e direttore creativo Christopher Bailey. Chi è Bailey? L’uomo che ha trasformato il check beige, bianco, nero e rosso in un pattern iconico, trasversale per generazioni, tempi e luoghi, e che in questi lunghi anni ci ha regalato grandi lezioni di stile.

The first one: il trench non è un capo classico, ma iconico che non può mancare nel guardaroba di ogni donna. Un capospalla rielaborato di stagione in stagione, sempre in linea con le tendenze.

Essere casual nel tempo libero si può con il trench beige o verde militare + jeans + sneakers chiare, dai colori pastello al bianco.

Trench e righe. La maglia marinière è perfetta per un look da ufficio. Serie sì ma non troppo. E per rimanere in tema classico con classico, un’altra combo goal è trench beige + camicia azzurra.

PRIMPY trench

Trench + gonna. Svasata al ginocchio o a tubino. Un outfit perfetto sia per l’ufficio (un’idea per il casual friday) che per il tempo libero.

Per la sera? Non ci sarà altro colore all’infuori del beige. Total beige sopra (trench) e sotto. Giocate sulle sovrapposizioni morbide e calde di questo colore, il risultato sarà un look elegante e chic per le occasioni più in.

PRIMPY trench 2