vintage, bags

Primpied by Rosamaria D’Anna

 

Quando non è solo “vecchio”?

 

Primpy a Natale, e non solo, ama tuffarsi nei look del passato.

Quello del vintage è un fenomeno che si è evoluto sempre più nel corso degli anni, se prima era legato solo all’enologia adesso c’è chi fa del vintage un suo stile di vita.

La moda è un eterno ritorno. Ogni epoca è caratterizzata da un particolare tessuto o da una nuova sagoma che si fa spazio tra le già esistenti figure del mondo moda. E, prima o poi, tutto tornerà ad essere indossato: per questo oggi si può parlare di vintage.

Il termine vintage, la cui etimologia deriva dalla parola wine che sta a significare vendemmia, annata, inizialmente era strettamente legato all’enologia: il vino più è vecchio più acquisisce valore. Adesso, invece, il significato si è ampliato e viene associato anche ad altri campi come: la musica, l’arredamento, il design, i prodotti alimentari, oltre che agli irresistibili capi di abbigliamento.

 

La nascita del vintage

Già negli anni ’60, con l’arrivo dei vari movimenti giovanili, la moda cambiò radicalmente. L’haute couture stava perdendo sempre di più il suo valore, in quanto si preferiva un abbigliamento più sportivo, più pratico e comodo. Si cominciarono, infatti, a sfoggiare i primi jeans abbinati alle t-shirt. All’inizio degli anni ’90 vi furono altri cambiamenti che diedero una lieve scossa al sistema moda ma quello che prese piede più di tutti fu la passione per il vintage.

vintage, fashion, Chanel, gucci, moda, outfits

 

Vintage sono le scarpe bicolore di Chanel

Il vintage non ha niente a che vedere con gli abiti usati, in quanto la caratteristica predominante di questi oggetti è il valore che essi hanno e che è intrinseco in ognuno di loro. Il valore è strettamente collegato a come sono riusciti a cambiare la storia ed influenzare un intero stile di vita. Vintage sono le scarpe bicolore di Chanel, una gonna in tweed, un bustino dell’età vittoriana, un frigorifero anni ’50, il Casio, un giradischi, una radio d’epoca, l’orologio da tasca e molti altri oggetti che hanno modificato il nostro modo di vivere.

vintage

 

Non ci sono regole per decidere cosa acquistare o meno. C’è chi ha fatto del vintage un vero e proprio mood, uno stile di vita, andando sempre alla ricerca, nei vari mercatini che le città offrono di oggetti stravaganti, che si trovano con molta difficoltà. L’unica vera regola per gli acquisti vintage è quella di comperare oggetti che hanno un valore per noi e che più si avvicinano al nostro modo di essere. Il segreto, poi, sta nel saperli sfoggiare con i look moderni e casual di oggi attribuendo loro un nuovo significato ed una nuova funzione all’interno del look. Questo dimostra che la moda non è mai morta e che mai lo sarà, si è solo trasformata nel corso del tempo.